Postato alle da & nella sezione News.

conferenza stampa Il Natale delle Pro Loco

PARTE IL NATALE DELLE PRO LOCO: VOLONTARI ATTIVI IN TUTTO IL TRENTINO PER ANIMARE I NOSTRI PAESI NEL PERIODO NATALIZIO.

Dal 1 dicembre si alza il sipario sulle numerose iniziative organizzate dalle Pro Loco in tutto il Trentino. Molte le riconferme, come la storica mostra mercato Artigiani a Bosentino, e il magico Faedo, Il paese del Presepe; ma ci sono anche novità, come tante nuove proposte che arricchiscono il programma di Vite di Luce (Santa Massenza) ed i graditi ritorni, come il Presepe al Mulino di Calavino, che dopo un anno di pausa si ripresenta più grande e ancora più ricco.

 

Un piccolo spaccato della varietà delle proposte messe in campo per il Natale dalle Pro Loco trentine. Vuole essere questo la conferenza “Il Natale delle Pro Loco”, che si è tenuta venerdì 23 novembre presso la Federazione Trentina Pro Loco e loro Consorzi – Comitato UNPLI Trentino (ente provinciale di riferimento per le 170 Pro Loco trentine), alla presenza dei vertici dell’ente, dei rappresentati del Consiglio Provinciale e dei presidenti di 4 Pro Loco trentine.
Si è deciso, infatti, quest’anno di invitare in Federazione 4 Pro Loco per altrettanti eventi (Pro Loco Calavino con Presepe al Mulino, Pro Loco Santa Massenza con Vite di Luce, Pro Loco Faedo con Faedo, il Paese del Presepe e Pro Loco Bosentino con Artigiani a Bosentino), eventi che a fronte delle loro specificità, mettono in luce quelli che sono i fattori comuni intangibili che uniscono le proposte di tutte le Pro Loco: il forte legame con il territorio (fatto di reti con le realtà produttive e dell’associazionismo, di valorizzazione delle risorse locali, di elementi identitari e culturali) e la viva ed autentica passione dei volontari. Ingredienti che rendono le iniziative delle Pro Loco uniche e autentiche, e per questo sempre più appetibili non solo per i locali, ma anche per i tanti turisti presenti in regione in questo periodo.

 

conferenza stampa Il Natale delle Pro Loco

 

 

 

Ha sottolineato questi due punti di forza (legame con il territorio e passione dei volontari) il presidente della Federazione trentina Pro Loco, Enrico Faes, in apertura di conferenza, dichiarando come le Pro Loco siano sempre state impegnate negli anni per vivacizzare i nostri territori: allo stesso tempo, però, sottolinea come per portare avanti tutto questo sia necessario un aiuto da parte degli amministratori. Per questo ha avanzato alle istituzioni, presenti in conferenza nella persona del consigliere provinciale Ivano Job, la richiesta di “una maggiore attenzione nei confronti in particolare del peso della burocrazia, vero freno all’entusiasmo dei volontari”.
Richiesta che ha trovato la risposta immediata del neo eletto consigliere provinciale Ivano Job, il quale, portando il saluto del nuovo assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo, Roberto Failoni, ja accolto lo stimolo lanciato dal presidente Faes, assicurando “la piena disponibilità delle istituzioni ad essere vicini alle esigenze delle Pro Loco, anche valutando possibili soluzioni per alleviare le problematiche legate alle istanze burocratiche. Come istituzioni ci rendiamo disponibile per confrontarci con le vostre associazioni, da cui siamo contenti anche di accogliere spunti e stimoli nuovi per collaborare”. Il consigliere ha tenuto poi a ringraziare vivamente le Pro Loco per la loro passione, tratto distintivo delle loro attività, da lui stesso riscontrata in modo diretto nella sua attività come socio di una Pro Loco.

La parola è passata poi ai presidenti delle Pro Loco, che hanno messo in evidenza novità e punti di forza delle loro proposte.

Il Natale in Valle dei Laghi ha come evento di punta Vite di Luce (1, 2, 7, 8 ,9 , 15 e 16 dicebre, Santa Massenza), la proposta della Pro Loco Santa Massenza che, a 10 anni dal suo esordio, non finisce di crescere ed arricchirsi. Matteo Stefani, in vece del presidente, ha posto l’accento “sul grande lavoro di collaborazione tra Pro Loco e altri attori del territorio per dare vita ad un evento mastodontico (oltre 2000 presenze lo scorso anno) per un paese di 140 abitanti. La Pro Loco è qui riuscita anche a dare concretezza ad una sfumatura particolare di volontariato, cioè di fare profitto non per profitto, ovvero riuscire ad attivare attività economiche attraverso lo stimolo fornito dal volontariato.”

La Pro Loco di Calavino, con Enrico Faes in veste di presidente, annuncia l’atteso ritorno di un evento storico, da sempre molto apprezzato dal pubblico: il presepe vivente, che torna con il titolo Presepe al Mulino (Calavino, 26 e 30 dicembre, 6 gennaio), presentandosi ampliato nel suo percorso e arricchito della proposta del presepe vivente dei bambini (il 26 dicembre). “L’evento valorizza la parte più antica del paese e rinnova una tradizione molto radicata tra la popolazione del paese.”

Un evento nuovo, ma che ha riscosso un immediato successo di pubblico è invece Faedo il Paese del Presepe (2 dicembre – 6 gennaio), della Pro Loco di Faedo: a 3 anni dalla sua prima edizione, torna il presepe più grande del Trentino, allestito tra le vie del paese. Stefano Fontana, presidente, sottolinea come il presepe voglia valorizzare il paese e le tradizioni locali in modo sinergico: “il punto forte dell’evento è la possibilità di visitare il presepe tutti i giorni, fino al 6 gennaio. Novità è il “Mercatino della Stella”, che unisce le diverse realtà del mondo del volontariato del paese e della Piana Rotaliana. L’evento culmina il 5 gennaio con la tradizione e spettacolare Canta della Stella, corteo dei Magi e dei pastori accompagnato da canti antichi. Quest’anno, inoltre, abbiamo coinvolto i bambini nel confezionamento di uno speciale “Infuso della Stella”, un piccolo gadget di Faedo che può essere acquistato al costo di 2 euro e i cui proventi verranno poi versati sul conto della Provincia dedicato alla ricostruzione dei boschi trentini colpiti dal maltempo”.

Evento natalizio storico è poi quello organizzato dalla Pro Loco Bosentino, Artigiani a Bosentino, arrivato alla sua 18° edizione. Una proposta che continua ad attirare ed incuriosire, grazie alla qualità delle proposte in mostra, espressione della creatività e del talento di artisti ed artigiani della Vigolana. Il presidente del Consorzio turistico Vigolana, Daniele Corsini, con la presidente della Pro Loco, Paola Ferrari, ha evidenziato come “dopo 18 anni, lo spirito del nostro evento sia rimasto immutato. L’atmosfera famigliare che ogni anno si ricrea, con scambi di idee, consigli e chiacchiere; la passione dei volontari nel proporre questo evento rispecchia la passione messa dai nostri artigiani nella realizzazione dei loro oggetti. Cerchiamo così di valorizzare e recuperare l’importanza del lavoro manuale, anche attraverso laboratori per bambini. L’offerta quest’anno si arricchisce di concerti di bande locali (Bandina Vigolana), cori e gruppi folk.”

 

conferenza stampa Il Natale delle Pro Loco conferenza stampa Il Natale delle Pro Loco

Vuoi rimanere aggiornato su tutti gli eventi in Trentino? Iscriviti alla nostra newsletter!