A Revò, la Pro Loco da oltre 10 anni valorizza i sapori locali

Un paese con caratteristici vòuti, dove si coltiva un vitigno che dà un vino unico, e dove le ricette tipiche nonese sono da sempre la base della cucina locale. Da queste risorse ha deciso di partire la Pro Loco di Revò quando, 12 anni fa, ha deciso di inventarsi un modo per promuovere un paese che ha delle particolarità di interesse non solo locale. E’ nata così l’idea di un passeggiata tra borgo e campagna, da farsi ogni anno nel periodo di massimo splendore della Val di Non, la primavera: si è deciso di chiamarla Passeggiata Gastronomica di Revò.

 

I meleti in fiore e i loro bianchi boccioli fanno da cornice ad un percorso tra i caratteristici vòuti del paese, che per l’occasione vengono aperti per i visitatori e diventano piccole caserecce osterie che, grazie alle abili mani del volontari delle associazioni del territorio, coordinate dalla Pro Loco, deliziano gli avventori con i piatti caratteristici della cucina trentina come tortèi di patate, canederli, carne salada, strangolapreti, polenta e molto altro ancora per un menù sempre capace di deliziare ogni palato.

 

Il protagonista della manifestazione è però il vino Groppello di Revò I.G.T., antico vitigno autoctono – da non confondere con i Groppelli della riva bresciana del Lago di Garda – tra i fiori all’occhiello della produzione vinicola della Val di Non; questo vino, dal colore rosso rubino con riflessi violacei e dal sentore selvatico di erbe e frutti di bosco, è stato riscoperto grazie alla passione dei contadini della zona dopo aver rischiato di estinguersi in seguito alla sviluppo della coltivazione del melo. Insieme al Groppello di Revò, fra i prodotti “km 0” in vetrina durante la kermesse, spiccano inoltre miele, formaggi, grappe e la celeberrima mela della Val di Non.  

 

La Passeggiata Gastronomica è espediente per fare conoscere i prodotti locali ma anche le bellezze del borgo, i suoi vicoli, le dimore nobiliari come Casa Campia, risalente al XVII secolo, o le chiese di Santo Stefano e della Beata Vergine Maria del Carmelo, patrona del paese; tutto questo in una cornice di divertimento e cultura data da concerti, spettacoli, laboratori e mostre che si susseguono nelle giornate della manifestazione.

 

La Pro Loco di Revò riproporrà la kermesse nella primavera 2021 con tutta l’energia e l’amore per il proprio territorio che da sempre la caratterizzano.   

 

 

categorie di questo articolo:

- Territorio