Alle origini delle Pro Loco

25 ottobre 2021

L’Europa dell’Ottocento, con tutte le sue trasformazioni, ha visto crescere un fenomeno che, in tempi diversi, portò alla nascita delle prime associazioni di “abbellimento”. Le Pro Loco come le conosciamo oggi ne sono il risultato.

 

Il turismo nella sua accezione moderna cominciò a svilupparsi nell’Ottocento, in seguito  all’espansione delle città europee e alla nascita delle grandi reti ferroviarie, le quali hanno trasformato il modo di viaggiare e reso gli spostamenti più rapidi, economici e confortevoli. Parallelamente allo sviluppo del turismo moderno, nel corso del XIX secolo (secolo definito anche come “Age of associationism”), si diffusero in Europa anche le prime associazioni attente a questo fenomeno sempre crescente, offrendo un contributo fondamentale per la definizione del modello comunitario del turismo nei principali Stati europei e nelle regioni di montagna svizzere, tedesche e austriache. In Germania, già a partire dagli anni trenta del XIX secolo, sorsero le prime “Società di Abbellimento” con l’obiettivo di trasformare tutto il Paese in un “quadro di paesaggio economico”, e dalla fine del secolo si istituirono le “Verkehersvereine”, Uffici Turismo creati allo scopo di attrarre turisti stranieri. Situazione analoga si registra in Svizzera, dove a partire dal 1880 le “Società di sviluppo” cominciano ad occuparsi dell’accoglienza dei turisti

 

E’ a questi impulsi che si lega la fondazione della prima Pro Loco italiana, nata non a caso in un territorio - il Trentino - che al tempo era parte del Tirolo meridionale. Nell’allora Austria Ungheria, infatti, la diffusione di associazioni a scopo sociale inizia dagli anni 70 dell’Ottocento, con le “Società di Abbellimento”: una di queste venne fondata nel 1881 a Pieve Tesino, dove l’associazionismo divenne “strumento di movimento di un’economia allora in crisi e strumento capace di raccogliere le tensioni e le aperture culturali che agiranno nei due decenni di fine secolo, favorendo la crescita del settore del turismo” (da "La nascita delle "Associazioni di Abbellimento" all'origine dello sviluppo del turismo moderno. 1870-1914", di Massimilano Maffei) . In seguito, queste associazioni locali si svilupparono in tutta Italia, assumendo a partire dagli anni trenta del Novecento un nuovo termine: “Pro Loco”, dal latino “a favore del luogo”. Il loro scopo era, infatti, quello di lavorare a favore del proprio paese, abbracciando diverse sfere d’intervento: turistico, sociale e culturale.

 

categorie di questo articolo:

- Patrimonio immateriale

Ti potrebbe interessare anche:

[{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1635150092013,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"2280536","entryId2":"599826","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"2280788","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"2280536","originalEntryId2":"599826","originalType":0,"primaryKey":"2280788","primaryKeyObj":"2280788","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0},{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1635150092019,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"2280536","entryId2":"1992747","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"2280790","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"2280536","originalEntryId2":"1992747","originalType":0,"primaryKey":"2280790","primaryKeyObj":"2280790","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0}]
Alcide De Gasperi e la prima Pro Loco: quella strana coincidenza
vedi
La prima Pro Loco d’Italia
vedi