Una nuova vita per il cedro di Pieve Tesino

08 settembre 2021

 

Dopo 140 anni, il cedro del colle di San Sebastiano assume una nuova forma, senza però perdere la sua essenza: tenere viva la comunità di Pieve Tesino.

 

C’era una volta un albero, un cedro dell’Himalaya, per la precisione, antico e maestoso, con una storia molto speciale. Questa storia è ambientata a Pieve Tesino, luogo in cui la pianta ha vissuto tutta la sua lunga vita. Giunto il momento di tagliarne il tronco, si è scoperto che il cedro aveva 140 anni, proprio come la Pro Loco del paese. Così, si è subito colta l’occasione per trasformare il vecchio arbusto in una statua celebrativa che conferisse nuova vita a quel legno morbido e secolare. 

 

Il dettaglio non indifferente dell’età rende ancora più pregnante il significato dell’opera: è probabile infatti che l’albero fosse stato piantato in concomitanza con la nascita della Pro Loco stessa, il cui primo obiettivo è stato abbellire con fiori e alberi il colle del paese. Sorge così spontanea l’idea di tramandare un’eredità immateriale attraverso simboli che onorano la storia del borgo, a testimonianza dell’amore della comunità per il suo territorio. 

 

 

È così quindi che, giungendo al limitare del paese di Pieve Tesino e salendo il colle di San Sebastiano, potrete ammirare, alla sua sommità, questo straordinario tributo: la statua di San Sebastiano. Il soggetto è frutto di una ponderata scelta che ha coinvolto l’intera comunità tramite una votazione che ha fatto emergere la volontà di rappresentare il Santo che dà il nome al colle. 

 

È stato l’artista Alberto Boschetti, classe 1997, originario della stessa Pieve, a scolpire, in ben 25 giorni, la meravigliosa statua a grandezza naturale, lavorata solo con motosega e scalpello. Dopo aver frequentato la scuola d’arte di Trento e, in seguito, la scuola di scultura del legno a Ortisei, il giovane tesino si è sentito onorato di essere stato chiamato a realizzare un tale omaggio. Alta circa 2,20 m e con un tronco di 1,20 m di diametro, la statua rappresenta San Sebastiano legato ad un albero e trafitto dalle frecce del martirio. Non dovete temere: anche se la statua è posta all’esterno, la sua materia prima è estremamente durevole, quindi l’opera potrà resistere a lungo anche con diverse condizioni climatiche; inoltre, essa verrà conservata grazie ad una copertura. 

 

La presentazione dell’opera è avvenuta in occasione dei festeggiamenti del 140° anniversario della Pro Loco di Pieve Tesino con la presenza di tutti gli abitanti del paese e le autorità, tra cui il sindaco di Pieve Tesino Oscar Nervo, l’assessore alla Salute Stefania Segnana, la deputata Martina Loss, la presidente della Federazione trentina Pro Loco Monica Viola e il presidente di UNPLI Nazionale Antonino La Spina. 

 

La statua di San Sebastiano è solo il primo passo verso una riqualificazione generale del colle: come 140 anni fa, anche adesso la cura per il territorio rimane un valore molto sentito dalla comunità. 


 

categorie di questo articolo:

- Patrimonio immateriale

Ti potrebbe interessare anche:

[{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1631096054128,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"2024683","entryId2":"1992747","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"2024685","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"2024683","originalEntryId2":"1992747","originalType":0,"primaryKey":"2024685","primaryKeyObj":"2024685","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0}]
Alcide De Gasperi e la prima Pro Loco: quella strana coincidenza
vedi