Un nuovo presidente giovane e determinato

15 marzo 2020

Di Luca Bonetti, tirocinio in Federazione

 

  1. Alessio, sei un presidente molto giovane. Cosa ti ha spinto a proporti per questo ruolo che richiede impegno e dedizione?

Tante persone sono sorprese dalla mia età. Anche loro si chiedono cosa mi abbia spinto a ricoprire questo ruolo. La risposta è semplice: la voglia mettersi in gioco per il paese in cui si vive.

Fin da quando sono ragazzino ho sempre partecipato come volontario alle varie manifestazioni organizzate dalle tante associazioni di Spormaggiore; ho sempre dato la mia disponibilità e dedicato parecchio tempo ad esse. La consapevolezza di operare per Spormaggiore, per gli abitanti e per i tanti ospiti mi ha sempre motivato e spinto a dare il meglio di me stesso. Di anno in anno ho sempre cercato di essere il più partecipe possibile, anche nelle fasi organizzative, finché sono entrato attivamente nel direttivo Pro Loco. Nello scorso mandato sono stato segretario con delega particolare alla contabilità e al bilancio. Poi quest’anno, a seguito dell’assemblea elettiva, mi sono proposto come presidente, visto anche l’appoggio di tante persone. Questa è una sfida personale, che però non mi spaventa affatto. Anzi, nonostante l’aumento della responsabilità sono molto motivato e contento della squadra di tanti volontari e dei componenti del direttivo attuale. Tutti insieme lavoreremo alla grande.

 

  1. Prospettive e obiettivi del nuovo direttivo per i prossimi 3 anni; quali saranno gli elementi di continuità con il direttivo precedente e quali invece le nuove proposte e idee?

Non tutti i membri dello scorso direttivo si sono ricandidati. Però molti soci si sono resi disponibili ad entrare in consiglio, simbolo dell’importanza della Pro Loco per il paese e per i suoi abitanti.

Sicuramente ci sarà continuità con le attività attuate durante questi anni. L’operato svolto dai membri che si sono succeduti sino ad oggi ha dato risultati evidenti. Il paese è animato tutto l’anno con manifestazioni ed iniziative varie; il successo delle stesse e l’apprezzamento da parte delle persone è sempre gratificante.

 

  1. Cosa significa “Pro Loco” per te? Qual è il ruolo di una Pro Loco dal punto di vista turistico e sociale e come intendi l’essere un “volontario”?

Pro Loco per me vuol dire Comunità. Persone, tutti volontari, che fanno squadra per rendere vivo il proprio paese, valorizzare il territorio, le persone, gli ospiti. Sui nostri canali social usiamo l’hashtag #paeseattivo, ed è proprio questa la miglior descrizione di Spormaggiore.

I volontari sono il motore trainante della nostra comunità; la loro passione e la loro costanza arricchiscono la vita sociale, culturale e turistica del paese. La gratitudine nei loro confronti non può che essere infinita.

 

  1. Parlaci della Pro Loco di Spormaggiore e dei suoi volontari, dei giovani che si sono fatti avanti e delle persone coinvolte da parecchi anni che danno sempre il loro contributo in eventi ed attività.

Il paese di Spormaggiore da sempre è caratterizzato dalla presenza di molteplici associazioni. Le persone infatti, quando bisogna rimboccarsi le maniche, accorrono in massa. La nostra Pro Loco appunto ha sempre avuto l’appoggio di tantissime persone, tutti volontari ovviamente. Con il passare degli anni si sono definiti anche i vari gruppi di lavoro, come ad esempio la squadra che si occupa della cucina, oppure il Gruppo Giovani che si dedica instancabilmente alle attività di montaggio e smontaggio di attrezzature e strutture varie necessarie per le nostre manifestazioni. È stupendo vedere quante persone dedicano tempo e passione alla Pro Loco. Non è facile e molto diffuso trovare situazioni simili al giorno d’oggi.

 

  1. Il primo evento organizzato dal nuovo direttivo è stato il carnevale, fortunatamente realizzato prima dell’annullamento degli eventi all’aperto deciso dalla Provincia per evitare la potenziale diffusione del Coronavirus. Com’è andata la manifestazione?

Il carnevale 2020 ha riscontrato una notevole partecipazione. Tante persone si sono raggruppate nella Piazza del Paese per un momento conviviale e tanti bambini hanno sfilato con le loro mascherine. Incombente era il problema del Coronavirus. Fortunatamente non abbiamo avuto alcun problema durante l’organizzazione e lo svolgimento del carnevale; probabilmente è stata decisiva la giornata prescelta, ovvero sabato 22 febbraio, antecedente alle ordinanze di sospensione delle attività che prevedevano il raggruppamento di numerose persone. A parer mio il problema non va sottovalutato e devono essere prese tutte le precauzioni necessarie, ma è da evitare la diffusione del panico di massa che può danneggiare interazioni sociali ed economiche.

 

  1. Quali eventi o iniziative avete in programma per il 2020?

Il programma della Pro Loco Spormaggiore è sempre molto ricco. Il prossimo evento in ordine cronologico sarà la Rassegna Teatrale, con alcune filodrammatiche trentine che si esibiranno per strappare un sorriso a grandi e piccini. Vi sarà poi la giornata ecologica, organizzata in collaborazione con il Comune di Spormaggiore e le associazioni del paese, ed ovviamente i tanti corsi sportivi.

Il mese di luglio ci vedrà impegnati ogni giovedì sera con le “Notti d’estate;” il tema di ogni serata è in via di definizione, ma collaboreremo sicuramente con il Parco Faunistico di Spormaggiore.

Ad agosto si terrà il nostro evento clou, “Ors an festa a Sporgrant,” che l’anno scorso ha riscosso grande successo; la kermesse fornirà l’occasione per celebrare una grande ricorrenza per la Pro Loco Spormaggiore: il 70° di fondazione dell’associazione. Il programma verrà definito nel corso del prossimo mese, ma sicuramente sarà ricco ed appassionante per festeggiare al meglio il notevole traguardo raggiunto.

Continuando con la programmazione dell’anno, sempre in agosto ci saranno i suggestivi aperitivi tra le antiche mura di Castel Belfort, con un format rinnovato e comprensivo di cena. Non dimentichiamo inoltre che saremo di supporto alle varie manifestazioni organizzate dalle altre associazioni: festa degli Alpini, festa della lumaca a Maurina, festa dei Vigili del Fuoco, mercatini di Natale a Maurina. Chiuderemo il nostro anno in Pro Loco con la rassegna de “I presepi pu bei”, da sempre molto apprezzata da partecipanti e visitatori

 

categorie di questo articolo:

- Storie dei volontari