Canederlotti alle ortiche

08 luglio 2021

 

Canederlotti alle ortiche

 

I canederli sono un piatto molto conosciuto e amato in tutto il Trentino Alto Adige. I primi segni dell’esistenza di questa pietanza, ormai divenuta parte della nostra tradizione culinaria, risalgono al 1180. Le prove le troviamo negli affreschi del Castello Hocheppan di Appiano, nei pressi di Bolzano, dove si possono riconoscere 5 canederli. 

 

 

Esiste anche una leggenda riguardo la nascita dei canederli, essa ha come protagonisti un gruppo di soldati e alcune donne altoatesine. 

Un giorno un gruppo di mercenari Lanzichenecchi giunsero in un maso altoatesino. I soldati, stanchi e affamati minacciarono le donne del maso che, se non avessero preparato loro qualcosa da mangiare nell’immediato, avrebbero bruciato e saccheggiato la loro abitazione. Nonostante fosse un periodo di povertà le donne con un pò di inventiva cucinarono un piatto a base di pallette di pane, uova, latte e speck, cipolle e farina. I soldati ne furono entusiasti, e dopo aver mangiato ogni singolo boccone caddero in un sonno rilassante. "Queste palle di cannone stenderebbero anche l’uomo più arrabbiato" affermò il comandante. Il gruppo una volta rifocillato e riposato ripartì lasciando alle donne delle monete d’oro per ringraziarle. 

 

 

Oggi esistono infinite varianti di canederli: con il formaggio, con i funghi, con le verze o con la lucanica. Noi vi proponiamo la ricetta della Pro Loco Sagron Mis, che per le occasioni speciali prepara i canederlotti alle ortiche

 

PROCEDIMENTO

 

 

Tagliare il pane a cubetti piccoli, bagnarlo con il latte, aggiungere l'uovo, le ortiche frullate e il sale.

Mescolare e in seguito aggiungere i cubetti di formaggio. Continuando a mescolare aggiungere pian piano la farina finché l’impasto risulterà meno pastoso e più compatto.

Formare delle palline di circa 50g ben arrotondate e infarinarle. 

Cuocere i canederli in acqua bollente e salata per 8 minuti infine servire con burro fuso aromatizzato con foglie di salvia.

categorie di questo articolo:

- Patrimonio immateriale

Ti potrebbe interessare anche:

[{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1625733481171,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"1694703","entryId2":"819123","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"1695262","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"1694703","originalEntryId2":"819123","originalType":0,"primaryKey":"1695262","primaryKeyObj":"1695262","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0},{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1625733481181,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"1694703","entryId2":"1113111","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"1695264","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"1694703","originalEntryId2":"1113111","originalType":0,"primaryKey":"1695264","primaryKeyObj":"1695264","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0},{"cachedModel":false,"columnBitmask":"0","companyId":"114284","createDate":1625733481185,"entityCacheEnabled":true,"entryId1":"1694703","entryId2":"1377837","escapedModel":false,"finderCacheEnabled":true,"linkId":"1695266","modelClass":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","modelClassName":"com.liferay.asset.kernel.model.AssetLink","new":false,"originalEntryId1":"1694703","originalEntryId2":"1377837","originalType":0,"primaryKey":"1695266","primaryKeyObj":"1695266","type":0,"userId":"718057","userName":"Unpli Trentino","userUuid":"267ca98e-4d7c-a4be-3b46-7712393dee7c","weight":0}]
Un'americana in Pro Loco
vedi
Gli gnocchi di Agnese
vedi
Vi presentiamo la Pro Loco di Sagron Mis
vedi