Contributi

Contributi

Contributi provincia autonoma di Trento

 

Le Pro Loco iscritte all’Albo Provinciale delle Pro Loco del Servizio Turismo hanno diritto ad un contributo annuo da parte della Provincia.

 

Domande di contributo - novità 2019: ottimizzazione gestione 

Entro il 30 novembre va presentata al Servizio Turismo la domanda di contributo per l’attività prevista nell’anno successivo seguendo le indicazioni riportate qui a seguire.
A partire dal 2019, la domanda di contributo va presentata compilando un modulo online al quale è possibile accedere tramite metodo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CPS (Carte Provinciale dei Servizi)

Modalità di richiesta (http://www.unplitrentino.it/news/novita-2019-metodo-spid)
Guida domanda di contributo Pro Loco 2020
Link al modulo di domanda
Tutorial per la compilazione

 

Richiesta liquidazione contributo: acconto e saldo

Entro il termine massimo previsto per la conclusione del procedimento, la Pro Loco riceve risposta in merito alla concessione o meno del finanziamento e all’importo a lei spettante. 
A partire da quel momento, la Pro Loco  può presentare domanda di liquidazione dell’acconto pari al 40% del finanziamento concesso  tramite apposita modulistica. Il saldo del contributo deve essere invece richiesto entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di concessione del contributo (es. contributo 2020 richiesta saldo entro il 31.12.2021)

Link al modulo di richiesta liquidazione contributo acconto e saldo

 

Conto economico Pro Loco (bilancio)

Condizione affinché la Pro Loco rimanga iscritta all’Albo Provinciale delle Pro Loco, istituito presso il Servizio Turismo, è la presentazione del Conto economico annuale al Servizio stesso. Entro il 15 aprile di ogni anno, la Pro Loco iscritta all’Albo deve perciò inviare al Servizio Turismo copia del Conto economico e del relativo verbale di approvazione dell’Assemblea dei soci. Dove previsto dallo Statuto, va inviato al Servizio Turismo anche copia del verbale di approvazione del Conto economico da parte dell’organo di revisione o del collegio sindacale. 

 

Verbali in caso di rinnovo cariche sociali

In caso di rinnovo cariche, va allegato anche il verbale del Consiglio Direttivo per la nomina del Presidente, del Vicepresidente e del segretario. 

 


 

Contributi concessi alla Pro Loco da parte del Comune

Le Pro Loco possono reperire altri contributi, oltre a quello del Servizio Turismo, secondo le particolari relazioni di cui godono sul territorio. 

 

Il primo finanziatore delle Pro Loco è solitamente l’amministrazione comunale.
Questa può concedere alla Pro Loco dei contributi per le attività istituzionali (quello previste dallo Statuto) o per attività specifiche (eventi, iniziative…).
La procedura di richiesta di contributi all’amministrazione comunale non è standard e si basa su obiettivi ed accordi presi tra la Pro Loco e l’amministrazione.
In genere a fine anno la Pro Loco stila un piano di attività dell’anno successivo per le quale chiede un contributo al Comune.
Se i contributi concessi alla Pro Loco dall’ente pubblico sono riferiti all’Attività Istituzionale della Pro Loco si tratta di entrate non soggette a tassazione.
Se i contributi concessi dall’ente pubblico riguardano invece eventi specifici dovrà essere applicata una ritenuta alla fonte del 4%. Tali contributi dovranno poi essere considerati in dichiarazione dei redditi.

 

Oltre alle amministrazioni pubbliche, c’è poi la possibilità per i soggetti privati locali di sostenere le attività delle Pro Loco sotto forma, per esempio, di sponsorizzazioni. Anche in questo caso gli accordi vanno presi caso per caso.